Under 13 – Campionato Pie/Lom/VDA – Aosta – 11 febbraio 2018

Under 13, Campionato Piemonte/Liguria/Valle d’Aosta, Aosta, Ore 12, Domenica 11 febbraio 2018

HC Aosta Gladiators – Torino Bulls 2-6 (0-2, 1-2, 1-2)

HC Aosta Gladiators: Benjamin Jordaney, Sebastiano Madaschi, Mattia Agazzini, Alessia Terranova, Marta Mazzocchi, Matteo Giacometto, Alessandro Giuseppe Minniti, Luca Reale, Simone Cosentino, Alessandro Pica, Alessandro De Santi, Mattia Lenta, Loris Mattioli, Julien Diemoz, Edoardo Muraro, Gabriel Montini, Matteo Mazzocchi, Marco Cosentino, Giorgio Blanchet, Michel Campier, Brendon Dedja. Coach: Luca Giovinazzo / Lorenzo Olivo.

Marcatori: Matteo Giacometto, Alessandro Pica.

Si diceva che questa giornata, l’ultima del girone, avrebbe deciso le posizioni di testa dell’interregionale Lombardia/Piemonte/Valle d’Aosta di Under 13. Era vero, anche se non è finita come auspicato dai Gladiators. Dal contendere la prima piazza a Valpellice, che rappresentava l’obiettivo di oggi, i ragazzi di Giovinazzo e Olivo hanno chiuso al terzo posto a 40 punti, vincendo ben 13 delle 16 partite disputate, perdendone due e con una chiusa ai regolamentari in pareggio. La sconfitta incassata oggi dai nostri ha proiettato primi i Bulls, a pari punti con la Valpe (43), ma messi meglio come differenza reti.

Nella partita andata oggi in scena in corso Lancieri, i piemontesi non hanno sfoggiato un hockey dei più eleganti o tecnici, ma sono riusciti a far leva sull’eccesso di tensione dei valdostani per la sfida odierna, controllando il gioco e capitalizzando inoltre un vantaggio di due reti accumulato nella prima frazione, diventate tre subito all’inizio della seconda. Un bottino che i nostri sono riusciti a scalfire solo a metà del drittel. La rimonta però non è decollata e i Bulls hanno segnato ancora una volta, prima di tornare negli spogliatoi. Un goal dei Gladiatori arrivato all’inizio del terzo periodo sembrava poter riaprire la gara, ma i piemontesi hanno rintuzzato nuovamente poco dopo, per poi raggiungere quota 6 con un tiro dalla distanza, frutto di un disco intercettato ai valdostani durante il disperato tentativo, operato a due minuti e trenta dalla fine da coach Giovinazzo, di ritirare goalie Montini, schierando sei uomini di movimento.

E’ una battaglia persa, ma la guerra resta aperta, perché la terza piazza significa comunque accedere agli ottavi della fase finale nazionale. La strada è più in salita, perché così i nostri dovranno vedersela con la prima e la seconda classificate degli altri due gironi di Alto Adige, Trentino e Veneto (vincendo, avremmo incontrato compagini piazzate meno bene nelle rispettive classifiche). In soldoni, significa che tra due sabati a Renon (Bolzano), i nostri incontreranno Renon ed Appiano. Passeranno due squadre su tre. Attenzione, è quando tutto sembra crollare che si vede la tempra di un Gladiatore.