Campionato Under 17 – Alleghe/Fassa Vs HC Aosta Gladiators

Under 17, Campionato nazionale maschile, Alleghe, Sabato 14 ottobre 2017, ore 15

Alleghe/Fassa – HC Aosta Gladiators 5-4 SO (2-1, 1-2, 1-1, 0-0, 1-0)

HC Aosta Gladiators: Nicolò Fanelli, Gianmarco Freydoz, Fabio Pietromica, Mathieu Scala, Tommaso Rossi, Davide Gerbi, Tommaso Luche, Nicolò Pellegrini, Daniele Demichelis, Mattia Cicchetti, Daniele Francesco Doriguzzi, Edoardo Tappella, Roberto Biccu, Daniele Soranzio, Paolo Gisonna, Kevin Paillex. Coach: Luca Giovinazzo.

Marcatori: Nicolò Pellegrini (2), Roberto Biccu, Edoardo Tappella.

Un turno di campionato, quello di ieri, che ha messo in luce il lavoro di quest’ultimo mese. Malgrado l’Alleghe/Fassa fosse un avversario sulla carta alla portata, andare a sfidare una squadra del nord-est in casa sua non è mai banale. Tant’è che i padroni di casa hanno provato ad allungare subito, ma i Gladiatori, nel secondo drittel, hanno riequilibrato il risultato, portandolo sul 3-3. Per quanto riguarda la terza frazione, si potrebbe recriminare sull’arbitraggio (con particolare riferimento ad un goal avversario di mano, pacificamente convalidato), ma ci limiteremo a dire che si è chiuso con una rete a testa, portando lo score dei regolamentari sul 4-4. L’overtime ha visto una recrudescenza di gioco fisico, con i nostri che non sono riusciti a impensierire l’avversario, mantenendo però il risultato in equilibrio. Agli shootout, la serie migliore è stata quella dell’Alleghe/Fassa, con 2 realizzazioni. Un punto, frutto del pareggio dopo la terza sirena, è arrivato. Potevano essere tre, ma ciò che conta è che i Gladiators in questa stagione vanno nel nord-est e se la giocano con squadre che si possono permettere il lusso di schierare quattro linee complete. La posizione dei ragazzi di Giovinazzo nel “Girone D” è al secondo posto, con 7 punti. In testa c’è il Rittner, che non ne ha persa una. Domenica prossima, ultima giornata della “Fase 1” della regular season: ad Aosta, sabato 28, alle 18.30, arriverà proprio la capolista. Sarà una “mission impossible”, ma ai nostri le cose facili non hanno mai detto molto.